home
| AFT N.36 |
aft AFT Rivista di Storia e Fotografia
AFT   n.36

Dicembre 2002
Copertina AFT 36
Sommario
 
 

Sandro Coppa L’album nella storia della fotografia. Aspetti, ruolo e funzione

Roberto Maestro La famiglia Paoli di San Donato in Collina. Annotazioni di un testimone molto parziale

Una famiglia borghese atipica del Novecento. Intervista a Silvia Paoli

Andrea Greco Il fondo fotografico di Anna Müller

Album di casa Paoli

Paolo Chiozzi La costruzione visuale della vita familiare. Spunti per la lettura della raccolta di fotografie di Anna Müller

Andrea Greco Ricordi fotografici giornalineschi. Vamba e la promozione della fotografia ne «Il Giornalino della Domenica»

 
Editoriale
In questo numero di AFT viene presentato il fondo di fotografie realizzate da Anna Müller Paoli nell’arco di mezzo secolo, tra il 1900 e il 1950 circa, che gli eredi hanno generosamente donato all’Archivio Fotografico Toscano dove è in corso di ordinamento e presto in consultazione. Accompagnano le fotografie ricordi, testimonianze e analisi che permettono di apprezzarne la qualità e i contenuti, ma anche si rivelano utili strumenti di indagine per la lettura di fondi famigliari del tipo di questo che viene presentato, troppo spesso relegati, per cattiva abitudine culturale, alla sfera privata della memoria o preferibilmente alla ricostruzione nostalgica del “come eravamo”.
Arrivata a Prato dalla Germania nel 1895 insieme alla famiglia che aveva seguito il padre di professione chimico chiamato dai proprietari tedeschi a dirigere lo stabilimento tessile Il Fabbricone, Anna iniziò a fotografare in maniera continuativa e sistematica a partire dal 1902 e lo fece fino a che la malattia non glielo impedì, alla soglia degli anni ’50. Suoi soggetti preferiti: i componenti la famiglia, specie le donne e i bambini, gli arredi, gli svaghi, gli amici, le vacanze al mare e in montagna, le gite nelle città d’arte, la vita dei campi, le ritualità ricorrenti, i fatti della vita quotidiana che seppe riprendere con occhio e sensibilità tutta femminile.

 

© Archivio Fotografico Toscano - Comune di Prato