home
| AFT N.37/38 |
aft AFT Rivista di Storia e Fotografia
AFT   n.37/38

Giugno/Dicembre 2003
Copertina AFT 37 38
Sommario
 
 

Roberto Mutti Per una fenomenologia della conservazione della fotografia in Italia

Carlo Bertelli Giovanna Bertelli Letteratura fotografica e editoria in Italia fino al 1980

Lauretta Sapienza Riviste di fotografia in Italia, 1960 1980. Un'esperienza

Vittorio Scanferla Le riviste fotografiche italiane tra gli anni '40 e 80

Uliano Lucas La stagione d'oro del fotogiornalismo in Italia. Gli anni Sessanta

Andrea L. Casiraghi Fotografia e Mezzogiorno

Piero Racanicchi Da Georgia O'Keefe a Dorothea Lange. Ricordi di un viaggio nel paesaggio della fotografia americana.

Nicoletta Leonardi Spazi quotidiani di resistenza. I libri di Franco Vaccari

Alessia Lenzi 1955. Arte e fotografia alla Galleria Numero di Firenze

Qualche libro

Giovanna Chiti Il libro fotografico in Italia dal 1940 al 1980
   
  Editoriale
  L’attenzione alla fotografia, storica e contemporanea, intesa come raccolte conservate, mezzo per la produzione di immagini e forma di comunicazione tra i soggetti, ripropone in maniera forte agli studiosi, non solo del settore, il problema della definizione concettuale e metodologica di una disciplina – la storia e critica della fotografia – che rivendica a pieno titolo dignità e spazio istituzionale.
In questa direzione si colloca la ricerca sull’editoria fotografica in Italia di cui vengono presentati i risultati in questo fascicolo doppio di AFT e nella mostra collegata. L’obiettivo è di procedere ad una prima ricognizione sistematica dei testi e degli autori che hanno segnato un periodo importante della storia dell’editoria fotografica in Italia: l’arco di tempo che percorre dal secondo dopoguerra agli anni Ottanta, denso di avvenimenti, ricco di idealità, profondamente significativo per la storia sociale, civile e culturale del nostro paese.
In questo modo si è inteso mettere in evidenza e portare a riflessione critica l’intreccio di fatti, circostanze ed eventi che si ritrova in quegli autori e in quel tipo di produzione, segnando il costume e la vita civile della nazione. Inoltre valutare il peso che quegli eventi editoriali, al di là dello specifico legame che più direttamente li ricollega alla storia della fotografia, hanno avuto nel promuovere la crescita morale, culturale e civile del paese sottolineando il ruolo di consapevolezza critica che la fotografia ha saputo svolgere nell’indagare e mettere a fuoco i problemi, e nel favorire la formazione e crescita di una comune coscienza civile.
© Archivio Fotografico Toscano - Comune di Prato