home
| AFT N.43|
aft AFT Rivista di Storia e Fotografia
AFT   n.43

Giugno 2006
Copertina AFT 43
Sommario
 
 

Silvia Paoli Il Civico Archivio Fotografico di Milano. Note per una storia dell’istituto e delle sue collezioni

Raffaello Messina Pirandello e la fotografia. Un percorso di lettura attraverso le Novelle per un anno

Galileo Magnani Riflessi ritrovati del dolore. In margine a qualche fotografia d’archivio della Croce Rossa Italiana a Pescia

Elisa Boldrini Fotografia a Empoli tra Otto e Novecento

Paola Novara Per una storia della fotografia a Ravenna: Gli anni ’50 e ‘70 dell’Ottocento
Qualche libro a cura di Marina Miraglia e Sauro Lusini



Editoriale
 

La riflessione sulla “cultura fotografica”, meglio sulla fotografia nel contesto della cultura come elemento attivo che agisce sul suo sviluppo e momento recettivo che ne condivide contenuti e valori, comporta due distinte linee di approfondimento: una interna alla disciplina riconduce alla storia della fotografia, l’altra più generale rimanda alla cultura come fatto complesso.
L’Archivio ha sempre prestato attenzione alla “cultura fotografica”, ponendosi con ciò oltre interpretazioni strettamente settoriali più attente alla pratica e al mestiere che non ai contenuti; per questo si è mostrato sensibile ai temi della tutela e conservazione del patrimonio attivando specifiche azioni di promozione sul piano istituzionale e degli studi.
Al tema della “cultura fotografica” nella duplice prospettiva appena ricordata di ricostruzione storica e confronto dialettico si richiama questo fascicolo di AFT. In particolare alla disciplina rimandano le ricerche, attente e documentate, di Elisa Boldrini e Paola Novara su aspetti e momenti della vicenda fotografica in Italia, al dibattito ed al confronto il saggio di Raffaello Messina su Pirandello pieno di spunti per i rapporti che sottende tra fotografie e letteratura, e di Galileo Magnani sulla fotografia come testimonianza.
Le recensioni finali allargano l’attenzione per la fotografia oltre lo specifico della disciplina, mentre il saggio di apertura sottolinea il ruolo e l’importanza dell’azione istituzionale nella tutela e conoscenza del patrimonio.

© Archivio Fotografico Toscano - Comune di Prato