home
| AFT N.44|
aft AFT Rivista di Storia e Fotografia
AFT   n.44

Dicembre 2006
Copertina AFT 44
Sommario
 
 

Donatella Matè - Alice Laudisa Contenitori e montaggi per i documenti fotografici

Andrea Greco A proposito di un ritratto di Verga

Claudia Cavatorta I fratelli Zangaki a Port Said

Carla Anna Becchina L'archivio fotografico di Eugenio Bronzetti

Maura Zacchi Luciano Morpurgo. Reportage alla Cirio

Sandro Coppa La rivelazione

Qualche libro a cura di Sauro Lusini



Editoriale
 

La storia della fotografia è fatta di immagini, eventi, autori, tendenze che si prestano ad essere letti e interpretati in diverso modo, e inseriti in contesti di analisi differenti a seconda che chi conduce le indagini sia storico, antropologo, urbanista,o storico dell’arte e pertanto sia portato a dare importanza ai valori tecnici e formali oppure di testimonianza e documentazione delle immagini. Da qui la difficoltà di una definizione coerente della disciplina di studio, sotto il profilo della critica e della storia, fino al quesito di fondo se una tale disciplina abbia ragione di essere o se gli studi sulla fotografia non siano piuttosto da ricondurre all’interno di un contesto interdisciplinare mutuando dalle discipline di riferimento i valori di analisi.
In questa situazione il compito di una rivista come AFT che si occupa di fotografia, senza ignorarne i contatti con le discipline affini, è di contribuire alla ricostruzione dei molti tasselli che insieme concorrono a dare senso e significato all’intero processo. Lo fa anche in questo fascicolo ripercorrendo la vicenda umana e professionale di fotografi come i fratelli Zanzachi, Luciano Morpurgo e Eugenio Bronzetti che hanno operato in epoca, campi e con finalità diverse, ma anche riproponendo all’attenzione alcuni eventi significativi quali la vicenda della riproduzione della Sindone intorno al 1930, nonché l’analisi di un fatto marginale come il ritratto di Verga che porta a riflettere sui capelli rossi dello scrittore e i legami con la sua opera letteraria.
L’elenco dei contributi scientifici è poi completato dall’esame di un aspetto della pratica della conservazione che prende in esame i contenitori e i montaggi.

© Archivio Fotografico Toscano - Comune di Prato